Cannabis

Cannabis

Qui puoi trovare tutto sulla cannabis: informazioni biologiche, origine e uso culturale. Una grande pianta con una lunga storia.

fiori di cannabis

Definizione

Il termine “cannabis” è il nome botanico in latino e si traduce in tedesco “Hanf”. Cannabis deriva dal messicano “Nahuatl” e significa “prigioniero”. I nomi colloquiali includono erba, ott, dope, weed e altri. Come prodotto di consumo, è spesso chiamato“marijuana” o“hashish“, anche se questi sono prodotti lavorati della pianta di cannabis. Socialmente, la distinzione tra uso medico e uso di droga spesso non è chiara. In Germania, Austria e Svizzera, la cannabis come “marijuana” è la droga più usata.

Le specie vegetali, della famiglia della canapa (Cannabaceae), hanno sostanze chiamate cannabinoidi che interagiscono con il cosiddetto sistema endocannabinoide nel sistema nervoso e immunitario umano. Il cannabinoide più conosciuto che ha il più forte effetto psicoattivo sul corpo è il tetraidrocannabinolo, o THC in breve. La cannabis ha più di 100 cannabinoidi diversi e comprovati. Il THC non si trova in tutta la cannabis. La canapa commerciale, o cannabis agricola, contiene quantità trascurabili di THC. Anche il CBD (cannabidiolo) o il CBN (cannabinolo) sono cannabinoidi che si trovano nella cannabis in quantità maggiori.

La forma selvaggia e originale si trova sui monti Altai, al confine tra Cina, Mongolia e Russia. Oggi, la coltivazione della cannabis è proibita dalla legge internazionale o controllata da regolamenti. La coltivazione è tornata ad aumentare dal 1992.

Origine

L’origine della cannabis risale a circa 12.000 anni fa in Asia. Questo è il risultato di una ricerca condotta dalla Freie Universität di Berlino. Secondo uno studio, la cannabis emerse alla fine dell’era glaciale e si diffuse rapidamente nel continente europeo. Questo probabilmente perché, evolutivamente parlando, la cannabis è una pianta estremamente adattabile.

Ecco perché oggi cresce in quasi tutte le condizioni climatiche e ha accompagnato l’umanità come pianta coltivata per migliaia di anni. Si ritiene che la cannabis sia stata la prima pianta ad essere usata dall’uomo come coltura agricola.

La diffusione fu accompagnata da tribù nomadi nella regione asiatica che svilupparono rotte commerciali. Questo è successo circa 5000 anni fa. Questo contesto definisce come, in senso antropico, la diffusione della cannabis sia avvenuta. Tuttavia, sono coinvolti anche animali come gli uccelli. I semi di canapa erano anche un alimento molto ricco di sostanze nutritive a quel tempo, che sosteneva l’esistenza di varie specie di uccelli.

Storia preistorica

La pianta di canapa “Cannabis Sativa” è considerata una delle prime coltivazioni umane. Gli studi dicono che la Cina già da 4000 anni a.C. aveva coltivato la cannabis come prodotto agricolo. Gli usi più comuni erano per la medicina e come intossicante.

L’imperatore cinese Shennong, che è anche responsabile dell’invenzione del tè, ha esaminato già 3000 anni prima di Cristo. tutte le piante per le proprietà medicinali – compresa la cannabis. Scrisse uno dei primi libri di testo sulla botanica e fu un pioniere dell’arte della guarigione medica. Il Pen Tsao era un’opera scritta sull’uso medicinale della canapa utile. I valori aggiunti documentati come trattamento efficace erano per esempio i reumatismi, la gotta e la malaria. Anche la prima carta del mondo fu fatta con la canapa in Cina.

In Mesopotamia (800 a.C.), Egitto (1600 a.C.) ci sono anche maggiori prove e reperti che risalgono all’uso della cannabis.

Ci sono 2.400 anni di tradizioni indiane. I principi attivi della pianta di cannabis sono descritti nei loro effetti e registrati dagli usi spirituali. Hanno documentato l’uso generale, ma anche i metodi di trattamento dal dolore all’epilessia.

Le prime corde in fibra di canapa sono state trovate nella Russia meridionale e risalgono al 600 a.C.

200 A.C. i primi tessuti greci di canapa furono tessuti.

Corda di canapa

Medievale

In generale, per le culture più antiche della nostra era, la cannabis è stata usata per cerimonie religiose, medicina e tessuti. Nel Medioevo, la cannabis sotto forma di canapa utile, ad esempio per la fibra di canapa, ha trovato un posto fisso nella tecnologia e nella produzione manifatturiera. Le vele e le corde erano fatte di canapa, il che rese possibile la costruzione delle enormi flotte di Inghilterra e Spagna. Ogni potenza navale dell’epoca aveva campi di cannabis su larga scala per la corda, le vele e la navigazione in generale.

Ottenute dagli steli della pianta di cannabis, le fibre potevano essere fatte per corde, corde, carta e tessuti. Questa canapa commerciale, tuttavia, si distingue come cannabis. I semi e i fiori erano sempre più usati come medicinali, mentre la canapa veniva usata per i tessuti. Era quindi duplice: un rimedio e un narcotico.

La prima crociata, che ebbe luogo dal 1096 al 1099, portò la cannabis in Europa e fu così introdotta nella medicina popolare; molte testimonianze si trovano nella medicina monastica occidentale. Molti disturbi come i reumatismi o la bronchite venivano trattati con la cannabis. A volte era persino considerato un sostituto antidolorifico degli oppioidi.

Colonialismo e industrializzazione

Nel 16° secolo, la cannabis era inclusa nei libri e nelle ricerche. Quasi 300 anni dopo, la cannabis veniva ancora usata a scopo medico per emicranie, crampi e disturbi del sonno.

Nel 17° secolo, l’Inghilterra ha trasportato la cannabis dalle colonie all’Australia, per esempio, che ha preso la maggioranza dai commercianti di cannabis per oltre 150 anni. Tuttavia, questo si è fermato dopo il divieto internazionale dal 1928.

Nel 1898, la marijuana era l’antidolorifico d’America. Nel 1920, circa il 60% degli antidolorifici prescritti erano a base di cannabis. Più di un centinaio di medicine a base di cannabis erano disponibili fino a quando non è stata sostituita dall’aspirina e dalla medicina sintetica. Le ragioni di ciò possono essere le difficoltà di dosaggio e le modalità d’azione indeterminate. Le prescrizioni sono poi gradualmente diminuite all’inizio del 20° secolo fino a quando l’uso medico della cannabis è stato vietato in tutto il mondo.

Nahaufnahme von eine Cannabisblüte